Terra ricca di ...

Terra ricca di ...

La Puglia è ineluttabilmente terra di storia e sapori, tradizioni e misteri.

Su un territorio che si estende per quasi 20.000 kmq, si dipana una natura e una storia ricca e affascinante da scoprire poco per volta assaporando anche i gusti attraenti di questa splendida regione d’Italia, terra ricca di profumi, colori e sapori tipici e unici, dove i percorsi del gusto si intrecciano armoniosamente per la qualità e la varietà dei suoi prodotti.

Terra di passione, cultura e tradizione, circondata dal mar Mediterraneo per oltre 800 km di coste, baciata dal sole quasi 365 giorni l’anno, accarezzata dal vento, la Puglia è la regione dell’Italia meridionale più ricca di varietà agroalimentari. Un forziere a cielo aperto di colori, profumi e sapori. Dal giallo ocra delle distese di grano, al caratteristico verde del Parco dell’Alta Murgia e degli ulivi secolari, dal blu del suo splendido mare, al bianco dei castelli, delle cattedrali, dei caratteristici trulli e della famosa Ostuni, al rosso delle uve che ogni anno regalano vini pregiati apprezzati in tutto il mondo.

La Puglia è vasta, sotto ogni punto di vista. È carica di tradizioni e di sapori, sì, ma è anche carica di storia, di luoghi ancestrali e paesaggi meravigliosi. È plurale.

Dagli sprofondi delle grotte che affondano nella terra per kilometri fino a tornare su verso le colline dove giacciono piccoli borghi, santuari abbarbicati che sanno di misterioso, che si affacciano sull’infinito e regalano magia e libertà al tempo stesso.

Acque limpide e fondali incontaminati, rocce antichissime e muretti a secco, grotte marine e terrestri frutto di secoli di erosione naturale.

Ogni paesaggio pugliese è in sé diverso l’uno dall’altro e porta dietro di sé tutta una scia di tradizioni, sapori, riti e peculiarità altrettanto diverse che fanno di questo luogo una regione dagli scenari più disparati, scenari tutti da scoprire, poco per volta, suggestivi come pochi grazie al fascino irripetibile del potersi sentire al confine tra due mondi, con un piede in Europa e l’altro in Oriente, con uno sguardo al futuro e con un abbraccio al passato.